+385 52 500 401 - 08:00 - 22:00

Istria – regione ricca di patrimonio culturale

 

Nel corso della sua ricca storia, l’Istria fu un luogo di contatto e di permeazione di culture varie. Liburni, Histri, Greci, Celti, Romani, Ostrogoti, Bizantini, Longobardi, Croati, Franchi, Veneziani, Austriaci, Italiani, Sloveni con la loro presenza, costumi ed il lavoro hanno lasciato segni che gli odierni abitanti dell’Istria cercano di preservare, arricchire e modernizare.

Ricchi siti preistorici come il complesso della Basilica Eufrasiana a Parenzo, chiese medievali affrescate, castelli e fortificazioni medievali testimoniano l’insediamento dei primi abitanti.

La diversità, le dimensioni e le ricchezze delle scoperte sono un prerequisito per le numerose operazioni di successo di diverse istituzioni. Molte di esse si possono esplorare nei numerosi musei, come il Museo Archeologico a Pola, il Museo Storico e Marittimo a Pola, il Museo Etnografico a Pisino, ed i Musei del Paese a Umago, Parenzo, Rovigno, Albona, Pinguente e Pisino.

Conservando i valori tradizionali, testimoniamo all’interculturalità e la tolleranza di questa zona e dei suoi abitanti, i quali si sono avvicendati per secoli, lasciando segni ancora oggi riconoscibili.

È desiderio della Regione Istriana che la cultura in istria si sviluppi e cambi ulteriormente, cosi che si possa confermare che l’Istria è una regione di cultura riconoscibile.